Si è concluso il secondo appuntamento della rassegna di cultura panafricana “Afrique mon Afrique”. 
Ringraziamo l’associazione Nous non solo per averci dato l’occasione di continuare a riflettere sull’eredità culturale di Thomas Sankara, stavolta attraverso il magnifico documentario di Lara Lee “Burkinabè Rising”, ma anche per averci proposto di “fare rete”. 
Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato con interesse e attenzione.
Ringraziamo Moltivolti, cornice che dà valore ai nostri interventi, che ci unisce e ci accoglie.
Ringraziamo, infine, i volontari senegalesi e non (in particolare Stefania Dagnino e Bassi Dembele che hanno scattato le fotografie) che si sono prodigati nell’organizzazione dell’evento.

La comprensione critica della storia è la chiave contro la scellerata ignoranza e la follia morale del nostro tempo. La rassegna “Afrique mon Afrique” si prefigge proprio questo scopo: fare memoria, difenderla. Essa può appartenere a ognuno che sia disposto a prestare ascolto al richiamo della solidarietà. Durante il dibattito abbiamo menzionato Suruwa Jaithe, il ragazzo gambiano morto nel rogo della tendopoli di San Ferdinando. Oggi lo ricordiamo così, assieme a Sankara, affinché un ragazzo che fino a ieri viveva amava soffriva sognava non sia dimenticato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here